martedì 26 giugno 2012

Guinée-Bissau: La nostra strategia per vincere l'isolamento

Interview de S.E.M. Faustino Fudut IMBALI, Ministre des Affaires étrangères de la Guinée-Bissau

Intervista di S.E.M. Faustino Fudut IMBALI, Ministro degli Esteri della Guinea-Bissau

Clicca qui per vedere l'intervista

lunedì 25 giugno 2012

Intervista di Rui DUARTE de BARROS, Primo Ministro della Guinea Bissau


S.E.M. Rui DUARTE de BARROS,  Primo Ministro del Governo tecnico di transizione della Guinea Bissau intervistato Datcha RIBEIRO di VoxAfrica

S.E.M. Rui DUARTE de BARROS,  Premier Ministre du Gouvernement technique de transition de la Guinée Bissau interviewé par Datcha RIBEIRO sur VoxAfrica


Clicca qui
Cliquez ici

giovedì 21 giugno 2012

BdS Consulting: Sogno di una notte di mezza estate a Bologna il 28...

Bonjour à tous et à toutes !!!
Si vous êtes à Bologne le 28 juin ne manquez pas cet événement !!!


BdS Consulting: Sogno di una notte di mezza estate a Bologna il 28...: Siete tutti invitati e ...invitate i vostri amici!!! UN1CO Via Baruzzi 1/2 BOLOGNA Tante aziende amiche emiliane stanno generos...

Sogno di una notte di mezza estate a Bologna il 28 giugno

Siete tutti invitati e ...invitate i vostri amici!!!

UN1CO
Via Baruzzi 1/2
BOLOGNA

Tante aziende amiche emiliane stanno generosamente collaborando per la riuscita di questo evento-spettacolo..

Ci saranno tanti Vip !!!e soprattutto ricordate: è una festa all'insegna della solidarietà!!Il ricavato sarà devoluto all'istituto "la Lucciola" per bambini disabili di Modena.


29 giugno WORKSHOP DIGIWAY




Digiway ha scelto la prestigiosa sede dell'Ex Convento abbiatense come cornice per il workshop di fine giugno.
Il valore artistico di questa struttura che è stata convento, ospedale e catapecchia prima di risorgere alla bellezza attuale ci aiuta e ci educa a immaginare sempre in modo creativo.

NB Partecipazione gratuita con iscrizione obbligatoria

martedì 19 giugno 2012

Quindi l'Italia dovrebbe focalizzare i suoi interessi sull'area sub-sahariana?

Quindi l'Italia dovrebbe focalizzare i suoi interessi sull'area sub-sahariana? «La Cina, già da alcuni anni, ha capito le grandi potenzialità di questa zona del mondo. Tutta l’Africa a Sud del Sahara rappresenta un’opportunità per l’Italia. Si parla tanto del boom cinese, brasiliano, russo, ma quasi mai dello sviluppo africano. Guardiamo alla crescita dell'Angola; e pensiamo al neonato Sud Sudan: anche questo Paese diventerà presto di grande interesse per noi. Qualche mese fa il gruppo italiano Astaldi ha vinto una commessa per costruire la più grande centrale idroelettrica al mondo in Africa centrale, un’opera colossale. In Sudafrica, la tecnologia italiana è molto amata. La sesta persona più ricca di quel Paese è un italiano: è arrivato là circa 40 anni fa per importare ceramiche e piastrelle e da lì ha creato un’enorme fortuna. Bisogna considerare anche la vicinanza geografica: con poche ore di volo si può arrivare in buona parte dei Paesi africani. C’è, poi, una questione molto importante che quasi mai nessuno rileva: la presenza dei missionari in Africa può costituire una straordinaria sponda allo sviluppo del mondo imprenditoriale italiano».


(da un'intervista di Antonio De Capoa, presidente della Camera di commercio italo-libica su Famiglia Cristiana)

domenica 17 giugno 2012

Missione economica multisettoriale in Guinea Bissau


BdS Consulting (www.barbaradesiena.blogspot.fr) in collaborazione con ETN Guinea Bissau (www.etn-gb.blogspot.fr), organizza a luglio una missione in Guinea Bissau per presentare le opportunità e le prospettive di questo caloroso paese dell'Africa occidentale.
 


La Guinea Bissau si rivela infatti un Paese promettente per le società italiane ed internazionali, con una domanda in forte aumento per i beni di consumo legati in particolare allo sviluppo e potenziamento delle infrastrutture, dell’energia, del real estate, delle telecomunicazioni, del turismo, del sistema sanitario/biomedicale, dei sistemi di trattamento acque e rifiuti e delle attrezzature industriali oltre che del settore forniture, sicurezza stradale, domotica, interni, impianti di refrigerazione, nautica, sistemi di telecontrollo, arredo per esterni e contract dovuti ai piani di ristrutturazione post-bellica del Paese da parte degli Organismi Internazionali.





Il viaggio, che si terrà per quattro giorni di visite e incontri d'affari si terrà:


- dal 3 luglio (da Parigi, Milano, Bologna o Roma), all'8 luglio (arrivo il 9 mattina) - VIAGGIO COMPLETO
- dal 22 settembre (da Parigi, Milano, Bologna o Roma) al 26 settembre (arrivo il 27 mattina)

Altre missioni, individuali o di gruppo, verranno organizzate successivamente, nel corso del 2012.

Incontreremo le società locali e le istituzioni che si occupano di facilitare l'insediamento degli investimenti esteri in Guinea Bissau e visiteremo diverse aree di attrazione di investimenti nel Paese: energia, edilizia e infrastrutture, turismo, immobiliare, telecomunicazioni, logistica, commercio, industria alimentare, pesca, animali, ecc.
Visiteremo anche alcune imprese del settore della pesca, dell'edilizia, del turismo, dell'agricoltura, delle telecomunicazioni e delle infrastrutture che possono diventare partner tecnici e/o commerciali nel contesto di uno sviluppo internazionale della vostra attività.
Al di là dei cliché la visita della Guinea Bissau è un vero e proprio gateway su un mercato in piena espansione.
Per informazioni e prenotazioni
Barbara Siena
+ 33 6 24 08 74 67

venerdì 15 giugno 2012

Fate il Vostro QRCode

Buona giornata a tutti,
iniziamo il week end con un regalo: fate voi stessi il vostro QR Code e mettetelo nella vostra pubblicità e nei vostri biglietti da visita!

Buon week end

Personalizzate i vostri stampati perché segnalino il vostro sito internet e create i biglietti da visita che parlano con gli smartphone

lunedì 11 giugno 2012

Guinée Bissau Investment Destination


Comunicato stampa

Guinée Bissau Investment Destination

Dimenticare gli stereotipi su questo magnifico paese dell’Africa occidentale diventa facile arrivando sulla pista dell’aereoporto internazionale Osvaldo Viera, a Bissau.

Spesso presentato come un paese povero e instabile, scoprirete che la Guinea Bissau è una vera meraviglia della natura, la Venezia dell’Africa :  numerosi fiumi disegnano percorsi magici e in alcuni periodi dell’anno un terzo del paese si trova sott’acqua.

L’arcipelago delle Bijagos è un vero gioiello con le sue 80 isole che come perle galleggiano in un oceano di cristallo dove, come è stato spiegato molto bene dall’esposizione che si è tenuta nel  2005 all’Unesco di Parigi, nasce la maggioranza della biodiversità dell’Atlantico settentrionale.

Questa Guinea Bissau sconosciuta, malgrado le convulsioni dovute alla crisi del 98/99, ha risolutamente rivolto il suo lavoro verso la modernizzazione dello Stato, la realizzazione di nuove infrastrutture e la ristrutturazione della sua economia nella continuazione di un piano di riforme dei settori della difesa e della sicurezza.

La comunità internazionale che accompagna questo affascinante paese che ha conosciuto una storia eroica e tumultuosa, gli accorda un’attenzione particolare e un sostegno finanziario, istituzionale e organizzativo per favorire la realizzazione di un quadro attrattivo per gli investitori e gli operatori stranieri.

Il Paese di Amilcar Cabral rappresenta un mercato in piena espansione que offre alle aziende interessate allo sviluppo all’internazionale principalmente nei seguenti settori :
Pesca
Telecomunicazioni e ITC
Infrastrutture e costruzioni
Energia
Agricoltura
Salute
Beni di consumo
Turismo


Il Paese è membro dell’UEMOA, Unione Economica e Monetario dell’Africa dell’Ovest :

- Un’unione economica di 8 paesi dell’Africa Occidentale : Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo con una moneta unica, il Franco CFA ;
- Un mercato di 70 milioni di consumatori con libera circolazione di persone e merci;
- Un mercato che si basa su una politica commerciale comune con una tassa doganale comune (TEC).

La Guinea Bissau è anche membro della Comunità Economica degli Stati dell’Africa dell’Ovest ECOWAS – CEDEAO), porta di entrata su un mercato di 200 milioni di consumatori (15 Stati membri). Creata nel 1975, l’ECOWAS ha come missione di promuovere l’integrazione economica in tutti i settori dell’attività economica.

I suoi mari, ricchi di pesce, attirano i pescatori dell’Unione Europea che vengono a pescare ogni anno 500.000 tonellate di pesce.

Suolo e sottosuolo sono ricchi di importanti riserve di bauxite, legno, petrolio, fosfati, oro, diamanti, il tutto in una natura lussureggiante.

A Bissau, capitale dello Stato, incontrerete una popolazione allegra e accogliente con la quale vi sentirete in tutta sicurezza.


Questa è la destinazione che Vi invita a braccia aperte e della quale Vi proponiamo di scoprire prospettive e opportunità.



Informations :
BdS Consulting + ETN
Barbara de Siena
+ 33 (0)6 24 08 74 67


domenica 10 giugno 2012

I vantaggi di investire in Guinea Bissau: il Codice degli Investimenti

Scoprite i vantaggi dell'investimento in Guinea Bissau:




La Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (ECOWAS) è un'organizzazione intergovernativa creata il 28 maggio 1975. E' la struttura principale destinata a coordinare le azioni dei paesi dell'Africa occidentale. 

Il suo scopo principale è promuovere la cooperazione e l'integrazione con l'obiettivo di creare un’Unione Economica e Monetaria dell'Africa occidentale. ECOWAS ha 15 Stati membri. 

Secondo il FMI, il PIL globale PPP degli Stati membri dell'ECOWAS pari a 564,86 miliardi dollari facendola cosi’ diventare la 25° potenza economica nel mondo.

Benin
Burkina Faso
Capo Verde
Costa d'Avorio
Gambia
Ghana
Guinea
Guinea-Bissau
Liberia
Mali
Niger
Nigeria
Senegal
Sierra Leone
Togo



L’Unione Economica e Monetaria Ovest-Africana (UEMOA) è un’organizzazione internazionale di otto stati dell’Africa occidentale creata per promuovere l’integrazione economica tra i paesi che condividono una moneta comune, il franco CFA, rafforzando la competitività delle attività economiche, nel quadro di un mercato aperto e competitivo e di un sistema giuridico snello e armonizzato.

Questa Istituzione dispone di una Rappresentanza permanente a Bissau.

Benin
Burkina Faso
Costa d'Avorio
Guinea-Bissau
Mali
Niger
Senegal
Togo
Obiettivi dell’UEMOA
✓ Rafforzare la competitività delle attività economiche e finanziarie degli Stati membri, come parte di un mercato aperto e concorrenziale e di un quadro giuridico razionalizzato e armonizzato.
Assicurare la convergenza dei risultati economici e delle politiche degli Stati membri istituendo una procedura di sorveglianza multilaterale.
✓ Creare tra gli Stati membri un mercato comune basato sulla libera circolazione delle persone, dei beni, dei servizi e dei capitali e al diritto di inserimento di lavoratori autonomi o impiegati, così come una tassazione doganale comune e una politica commerciale.
✓ Creare un coordinamento delle politiche settoriali nazionali per l'attuazione di azioni congiunte e, eventualmente, di politiche comuni tra le seguenti aree: risorse umane, pianificazione territoriale, agricoltura, energia, industria, industria mineraria, trasporti, infrastrutture e telecomunicazioni.
✓ Armonizzare le legislazioni degli Stati membri e in particolare il sistema di tassazione, nella misura necessaria per il corretto funzionamento del mercato comune.

sabato 9 giugno 2012

mercoledì 6 giugno 2012

TORNARE A CRESCERE: le ricette dell’Industria Alimentare

 Rilanciare i consumi, sostenere l’internazionalizzazione: le ricette dell’Industria Alimentare



Relazione del Presidente FEDERALIMENTARE Filippo Ferrua Magliani

Nel corso della recente Assemblea pubblica di Federalimentare il presidente Filippo Ferrua Magliani ha espresso le “ricette” per sostenere la crescita del settore: rilanciare i consumi e sostenere l’internazionalizzazione delle aziende italiane.

Trovate maggiori informazioni sul sito di Federalimentare

martedì 5 giugno 2012

IncontriModa lemadenitalie compie 4 anni!



Dal 2008 Barbara de Siena con il progetto IncontriModa lemadenitalie accompagna le aziende italiane di Prêt-à-Porter alla ricerca di clienti per il mercato francese.

Depuis 2008 Barbara de Siena directrice du projet IncontriModa lemadenitalie accompagne les boutiques françaises à découvrir les entreprises italienne de Prêt-à-Porter